SOLUZIONI TECNOLOGICHE IN AMBITO WEB

Il mondo della programmazione web è in continua evoluzione. Ogni giorno nascono nuovi linguaggi di programmazione, nuove offerte, nuove possibilità di sviluppo e metodi di implementazioni diversi.
Capire qual è la tecnologia più adatta da utilizzare non è facile.
Oggi fare un sito web non è soltanto una scelta basata sui contenuti da inserire (testi, immagini, ecc…) ma anche il “motore” che è nascosto, sotto l’aspetto grafico, è importante. Anzi, spesso è molto più importante del contenuto stesso.
Un Ferrari è bello per il suo colore rosso, per il suo design, per le sue linee curve. Ma lo è anche per la sua potenza.
Una grande utilitaria non è forse sempre bellissima ma è utile se vogliamo fare un picnic al lago nel weekend o se vogliamo affrontare un lungo viaggio on the road.
Come per le macchine, anche per un sito web si deve essere in grado di scegliere il prodotto migliore per le nostre necessità.

FRONTEND & BACKEND

Gli aspetti da tenere in considerazione quando si vuole fare un nuovo sito internet sono molteplici.
Separiamo un sito internet in due parti.

  • Il Frontend, cioè quello che vede l’utente finale, il visitatore. Può mostrare i dati sull’azienda, presentare i prodotti, le news, avere una pagina per contattare l’azienda…
  • Il Backend, che è la parte “nascosta” ai visitatori, ma che viene utilizzata dal responsabile dei contenuti per inserire e pubblicare nel frontend i nuovi prodotti, le news, vedere le richieste di contatti, ecc…

Il Frontend, che è il lato visibile, ha chiaramente molta importanza per il proprietario di un sito internet in quanto ci dice cosa vogliamo comunicare e come vogliamo comunicare. Con il frontend diamo anche un’impronta fondamentale all’azienda, con la scelta dei colori, delle forme, dello stile che si sceglie di usare.
L’Agenzia partner dell’azienda deve aiutare il cliente nella scelta di questi aspetti, che riguardano la comunicazione e deve aiutare anche nella decisione forse più complessa, perché meno visibile: quale motore deve avere il nostro sito?

I CMS. DIFFERENZE, USI E COSTUMI

La parte di gestione di un sito internet si può definire come un CMS, ovvero come un Content Management System.
Esistono molti tipi di CMS sul mercato, alcuni free e open source, altri Enterprise.
In più esistono soluzioni custom, create ad hoc per il cliente, su misura in base alle singole esigenze.
In ambito web, tra i più famosi CMS, WordPress è sicuramente il più popolare: utilizzato per molti siti nei più svariati campi, è una soluzione affidabile e ampiamente testata.
Esistono poi altri CMS, tra cui Joomla e Drupal, che hanno una quota di mercato nettamente inferiore.
Se poi ci spostiamo sugli eCommerce, abbiamo tra i più famosi e usati Prestashop e Magento.

Ma cosa fa un CMS?

Abbiamo visto la divisione tra frontend e backend.
Il frontend si occupa di visualizzare quello che è inserito tramite il backend.
Un CMS ha la sua parte di frontend e la sua parte di backend, e si occupa di gestire tutta la parte nascosta del sito, consentendo la gestione dei contenuti da pubblicare, di caricare le immagini, popolare di dati il frontend, raccogliere i contatti ricevuti dal sito e tanto, tanto altro.
La scelta di un CMS non è facile, e noi proponiamo due scelte ai nostri clienti:
Un CMS come WordPress
Un CMS Custom

WORDPRESS

Escludendo l’ambito Enterprise, consigliamo l’utilizzo di WordPress perché, se opportunamente configurato, è un prodotto totalmente affidabile, con una documentazione solida e precisa, che viene utilizzato per la realizzazione di blog, siti, landing page e eCommerce, e ha un ampissimo bacino di utenti che viene aggiornato di frequente.
WordPress offre la possibilità di scegliere tante strade per creare un sito web:

  • 1. Si può acquistare un tema modificando le singole parti in base alle proprie necessità;
  • 2. Si può creare un sito grazie a dei tool “visuali” chiamati visual builder;
    3. Si può tenere la “base” del CMS come gestione contenuti e si lavorarci internamente con delle customizzazioni su misura per il cliente.

L’installazione di WordPress è veloce e facile. Si acquista un tema – ne esistono migliaia sul web, gratuiti e non – vengono installati i plugin necessari e puoi avere un sito perfettamente funzionante.

Le prime due opzioni sono chiaramente le più semplici e dedicate a chi vuole fare un sito in completa autonomia, senza l’aiuto di un programmatore o di una Agenzia Web.
La nostra strada preferita è la terza opzione: vogliamo garantirti un prodotto tailor-made!

IL TEMA

Il tema definisce il layout, o la grafica, di un sito web. Un tema può essere acquistato e installato su WordPress o creato da zero dall’Agenzia, su richiesta e in base alle esigenze del cliente.
Quando viene acquistato un tema, si acquista una copia di questo e non l’uso esclusivo per il proprio sito internet.

Il tema che viene acquistato può quindi già essere stato utilizzato su un altro sito.
Per questo motivo, esiste il rischio che un altro sito abbia lo stesso aspetto grafico. Però è anche vero che esistono talmente tanti siti al giorno d’oggi che trovare sul web due siti uguali… è improbabile!
Meno improbabile però per un motore di ricerca, ad esempio Google, che scandaglia continuamente la rete con il suo algoritmo alla ricerca di nuovi siti, delle loro modifiche, dei loro contenuti.
Un motore di ricerca, al giorno d’oggi, è in grado di interpretare non solo il contenuto testuale (e non) di un sito, ma anche di capire come il sito è realizzato graficamente.

Per un motore di ricerca, due siti che hanno lo stesso layout non sono visti di buon occhio! 

Il sito più recente è probabile che venga penalizzato in quanto più “giovane”, mentre è chiaro che quello più “anziano” sia stato preso come spunto per copiarlo…
Costruire invece un tema per WordPress partendo da un prototipo creato su sketch, da un web designer, permette di avere un sito personalizzato, con il font desiderato, con il giusto comportamento su mobile e tablet, tutto deciso tra agenzia e cliente.

La possibilità di avere due siti con lo stesso layout viene in pratica azzerata e si dà una firma importante all’aspetto del proprio sito. Naturalmente il tema viene creato con lo stesso linguaggio di programmazione web – HTML e CSS – di un tema acquistato. Ma si può creare praticamente di tutto senza dover aggiungere i plugin che vanno a colmare l’assenza di una funzione nel tema acquistato.

COSA SONO I PLUGIN?

I plugin sono delle “aggiunte” che si possono installare sulla base di WordPress e ne ampliano le funzionalità.
Esistono plugin per creare delle slider di immagini, dei plugin per creare dei moduli di contatto, altri per inserire il codice di Google Analytics nel sito…

Come i temi, i plugin vengono sviluppati da programmatori terzi che mettono poi a disposizione (a pagamento o no) il loro lavoro per chi utilizza WordPress.
Esistono plugin famosissimi di cui non si può praticamente fare a meno, ma anche molti altri dei quali è sempre bene evitare l’installazione.

VISUAL COMPOSER

Esistono dei particolari plugin, chiamati Visual Composer, che si integrano con i temi acquistati e che permettono in completa autonomia di creare pagine web, modificare il layout, creare elementi. Tutto senza scrivere nemmeno una riga di codice.

Vari sono i visual composer sul mercato, ma in linea di principio funzionano tutti allo stesso modo.

Sono strumenti creati per permettere anche ai non programmatori di avere un proprio sito web, senza richiedere la consulenza a un professionista o a un’agenzia web.
I visual composer sono comodi per l’utente ma creano un’enorme quantità di codice superfluo per creare la grafica del layout.

Più codice è presente in un’applicazione web, più il sito è lento.
Più codice viene scritto, più le possibilità di errori sono alte e un ipotetico hacker può sfruttarle per entrare nel nostro sito.
Ne vale davvero la pena?

 

CMS CUSTOM

Nella nostra Agenzia definiamo un CMS Custom un prodotto per la gestione e la fruizione di un sito web, creato con un framework web.
Dopo aver provato vari framework disponibili sul mercato, abbiamo deciso di utilizzare, con molte soddisfazioni, Laravel.
Laravel è un framework basato su PHP, ovvero un linguaggio di programmazione maturo, sicuro e gratuito.
Relativamente nuovo sul mercato, ha già al suo seguito una vasta platea di programmatori che lo utilizzano.

Ma perché scegliere un prodotto Custom, che costa sicuramente di più, rispetto a WordPress o altri tipi di CMS?

La domanda non è banale e la risposta è complessa.
Sicuramente la possibilità di creare una soluzione su misura per il cliente, che ricopre tutte le sue necessità e che permette agevolmente di essere integrata con servizi terzi (al database aziendale, al sistema di invio delle newsletter, e così via) è un vantaggio.

Un po’ come andare da un sarto e farsi fare un completo su completamente su misura.
L’aspetto sicurezza, essendo un prodotto esposto sul web e quindi alla mercé del mondo intero, è importantissimo.
Un prodotto Custom è scritto da un programmatore – o da un team di programmatori – e il codice non è visibile al mondo, garantendo così la massima sicurezza.

Se prendiamo come esempio WordPress, questo può essere scaricato da chiunque e analizzando in codice è abbastanza probabile trovare dei modi semplici per intrufolarsi nel sito web.
Se il codice è nascosto al mondo, l’ipotetico hacker avrà vita più dura per capire da che parte entrare!

La velocità poi è un altro aspetto fondamentale. Avere un sito lento è una brutta esperienza per chiunque. Nessuno vorrebbe comprare un Ferrari per poi stare in fila ore in autostrada…
Una soluzione Custom permette di ottimizzare il codice scritto per essere il più veloce possibile, adottare delle soluzioni native di cache che WordPress non ha – se non con l’installazione di altri plugin – e inoltre, cosa molto importante, il codice che viene scritto è solo quello necessario per coprire le esigenze del cliente.

WordPress è stato pensato per fare blog, solo successivamente adattato alla creazione di siti web e per gli eCommerce.

Quando scarichiamo una copia di WordPress, scarichiamo il pacchetto completo. Ma non è assolutamente detto che mi serva la parte di eCommerce. Possiamo, quindi, cancellare la parte dedicata ai negozi virtuali ma comunque rimane un prodotto con molto codice in più rispetto ad una soluzione Custom.
Si tratterebbe, in questo caso, di codice inutile per funzioni che magari non verranno mai utilizzate per i propri scopi.

Una soluzione Custom, come già detto, evita di scrivere codice in più, rendendo più facile  mantenere il sito aggiornato e con buone prestazioni.
Il fatto che la soluzione sia custom, quindi creata da dei programmatori ben precisi, non significa legarsi a loro. Anzi. Il linguaggio di base è PHP, utilizzato da migliaia e migliaia di programmatori in tutto il mondo!

IL NOSTRO APPROCCIO AL WEB

Come già detto proponiamo ai nostri clienti due scelte: WordPress e soluzioni Custom.
Le nostre realizzazioni su WordPress prevedono un’installazione iniziale classica, alla quale viene poi fatto un tuning per le prime configurazioni legate alla sicurezza e alle prestazioni.
Vengono installati i plugin minimi essenziali e si cancellano i temi di default che vengono installati insieme a WordPress.

Una cosa è importante sapere: la maggior parte degli attacchi a siti realizzati in WordPress arriva attraverso i temi acquistati e/o attraverso i plugin installati!
Preferiamo quindi adottare il minor numero possibile di plugin in quanto, come detto prima, più codice c’è e più il sito è esposto agli attacchi.
Plugin non necessari, a nostro avviso, sono ad esempio quelli che si occupano di inserire il tracking di Google Analytics nel sito o dei pixel di conversione dei principali Social network.
Il codice di Analytics, ad esempio, viene da noi integrato tramite Google Tag Manager.
In pratica, noi non scriviamo una riga di codice a differenza di come faremmo utilizzando un plugin!
Procediamo poi creando il tema, responsivo, in HTML e CSS con la libreria Javascript più adatta (Jquery, React etc etc).
Il tema viene prima disegnato da un designer, condiviso con il cliente e dopo l’accettazione realizzato dal web designer.
Finiamo con la fase di testing, un ulteriore controllo sulla sicurezza e infine con il rilascio del prodotto al cliente.

La soluzione Custom prevede l’installazione del framework, la realizzazione di tutta la parte di backend come viene richiesta dal cliente e la realizzazione grafica del layout con lo stesso procedimento utilizzato per WordPress.
Chiaramente una soluzione custom implica un tempo maggiore di realizzazione ed è una soluzione più costosa, ma alla fine si ha tra le mani una prodotto di qualità maggiore, sicuro e performante.

La nostra Agenzia, come vedi, ti offre la possibilità di scegliere e al contempo, con una parte di consulenza tecnica e strategica iniziale, siamo sempre pronti a darti tutto il nostro supporto nella scelta migliore per te!

METODOLOGIA INBOUND

sai che cos'è? Il piacere di presentartela è tutto nostro!

Scopri

SERVIZI OLTRE LA COMUNICAZIONE

la comunicazione non ha limiti, noi andiamo verso l'inbound e oltre!

Scopri

VISITA IL NOSTRO BLOG

troverai tutte le informazioni necessarie a rafforzare il business della tua azienda

Scopri